Elezioni: il Linguaggio del Corpo di Letta e Meloni

Il 25 settembre gli italiani saranno chiamati alle urne per votare un nuovo governo. Chi sono i leader dei due principali schieramenti in corsa? Cosa possiamo comprendere osservando il loro Linguaggio del Corpo?

È tempo di tornare al voto per un nuovo governo, a breve milioni di italiani dovranno indicare la loro preferenza in questo difficile momento di crisi globale. La sinistra di Enrico Letta (PD) e la destra di Giorgia Meloni (FdI) sembrano essere i due schieramenti favoriti, in un testa a testa serrato, per la formazione del nuovo assetto di governo nazionale.

Analizzando alcuni video recenti, osserviamo più da vicino la Comunicazione Non Verbale dei maggiori esponenti di questi due schieramenti per capire meglio la loro personalità e il loro modo di comunicare.

Il Linguaggio del Corpo di Enrico Letta

Enrico Letta, leader della sinistra, ha una gestualità rilassata e amichevole, quando parla è molto espressivo col viso comunicando con le emozioni oltre che con le parole, vediamo anche le sopracciglia che si muovono molto, spesso abbassate a indicare concentrazione e serietà.

Con le mani compie gesti ampi e precisi veicolando l’idea di forza e sicurezza, quando Letta gesticola vediamo che tiene spesso le mani con i palmi aperti e bene in vista per l’interlocutore, questo dettaglio comunica a chi osserva l’idea di essere una persona degna di fiducia e disponibile al dialogo.

Il Linguaggio del Corpo di Giorgia Meloni

Giorgia Meloni, leader della destra, comunica in modo diverso da Letta, risulta meno espressiva in volto apparendo un po’ più fredda, si dondola leggermente sporgendo in avanti spalle e busto per avvicinarsi all’interlocutore e renderlo partecipe del suo discorso.

La Meloni usa una intensa gestualità muovendo entrambe le mani, in questo modo illustra meglio i suoi concetti e da l’idea di essere incisiva; inoltre con le dita della mano forma un triangolo (“mani a tenda” o “mani a piramide”), questo particolare gesto viene usato per mostrare decisione, mostrando a chi osserva di avere le idee chiare.

In queste elezioni si ripropone un tema noto in Italia: sinistra contro destra, Letta e Meloni contrapposti in una sfida all’ultimo voto per decidere chi salirà al Quirinale nelle prossime settimane. Quale schieramento prenderà più voti? Quale leader risulterà più convincente?

E voi che ne pensate?

Francesco Di Fant
Esperto di Comunicazione, Linguaggio del Corpo, Public Speaking e Analisi della Menzogna

Vuoi conoscere meglio il Linguaggio del Corpo per migliorare le tue relazioni e facilitare la tua vita? Clicca qui per info e training o contattami direttamente a info@francescodifant.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.