Perché le videochiamate ci stancano così tanto?

Le videochat ci aiutano a rimanere connessi, in tempi di Covid-19, partecipiamo alle videochiamate più che mai e molti lo trovano estenuante. Ma cosa rende le videochiamate così stancanti? Come possiamo ridurre la “fatica da Zoom”?

Lo schermo si blocca. C’è una strana eco. Una dozzina di teste ti fissano. Ci sono le chiacchiere di lavoro, gli incontri individuali e poi, una volta che hai finito la giornata, le chiamate con amici e familiari. Sembra normale essere stanchi a fine giornata, ma cosa ci stanca esattamente?

Le videochiamate sono più impegnative delle conversazioni dal vivo? Cosa c’è di diverso rispetto alla comunicazione faccia a faccia?

Essere in una videochiamata richiede più attenzione rispetto a una chiacchierata faccia a faccia. Fare videoconferenze significa che dobbiamo lavorare di più per elaborare segnali non verbali come le espressioni facciali, il tono e il tono della voce e il linguaggio del corpo; prestare maggiore attenzione a questi elementi consuma molta energia.

Durante una videochiamata le nostre menti sono insieme mentre i nostri corpi sentono che non lo siamo. Questa dissonanza induce le persone a provare sentimenti contrastanti ed è estenuante. Per questo motivo risulta difficile rilassarsi nella conversazione in modo naturale.

Uno studio tedesco del 2014 ha mostrato che i ritardi nel telefono o nei sistemi di conferenza possono influenzare negativamente le nostre opinioni sugli altri: anche ritardi di 1,2 secondi hanno fatto percepire le persone come meno amichevoli o concentrate nella conversazione.

Il silenzio è un’altra sfida. Il silenzio crea un ritmo naturale in una conversazione nella vita reale, come una sorta di punteggiatura. Tuttavia, quando accade durante una videochiamata, proviamo una certa ansia, questo può mettere le persone a disagio.

Un fattore aggiuntivo è che se siamo fisicamente davanti alla telecamera, siamo consapevoli di essere osservati. Quando sei in videoconferenza, sai che tutti ti stanno guardando; sei sul palco, quindi si percepisce la pressione sociale e ti senti come se avessi necessità di esibirti. Rimanere sempre concentrati per avere una buona performance è faticoso e stressante.

È anche molto difficile per le persone non guardare la propria faccia se possono vederla sullo schermo o non essere consapevoli di come si comportano davanti alla telecamera.

Come stanno contribuendo le circostanze attuali?

Tuttavia, anche se le videochat hanno fattori di stress aggiuntivi, la nostra “fatica da Zoom” non può essere attribuita esclusivamente a questi elementi.

Anche le nostre circostanze attuali (lockdown, quarantena da Coronavirus, lavoro da casa o altro) stanno alimentando questo disagio psico-fisico dovuto all’uso prolungato della comunicazione a distanza con la conseguente mancanza di contatto fisico con le altre persone.

Vuoi imparare a comunicare meglio via web e conoscere il Linguaggio del Corpo per facilitare la tua vita? Clicca qui per info e training o contattami direttamente a info@francescodifant.it.

Tratto da https://www.bbc.com/worklife/article/20200421-why-zoom-video-chats-are-so-exhausting

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.