Perché salutiamo vistosamente con le mani nelle videoriunioni?

Spinti in più videoconferenze che mai a causa della pandemia di Coronavirus, molti di noi hanno scoperto l’impulso di salutare vistosamente con le mani gli altri interlocutori alla fine delle videoriunioni. Perché accade?

Salutare vivacemente con una o due mani alla conclusione di questi incontri a distanza provoca diverse reazioni in coloro che lo fanno: dall’imbarazzo all’entusiasmo.

Psicologi, esperti di Linguaggio del Corpo e studiosi di comunicazione digitale sono d’accordo: salutare in questo modo alla fine delle videochat è una buona cosa, un’indicazione che solo perché siamo stati socialmente allontanati per molti mesi non significa che siamo diventati socialmente inetti.

Ci sono diversi fattori in gioco. Salutare in modo visibile usando le mani fornisce un rinforzo alla connessione sociale in un momento in cui manca a molti di noi. Invia anche un segnale chiaro, ma educato, che la riunione è finita, invece di chiuderla semplicemente con un clic. Salutare con le mani è anche, per alcuni, un segnale di rispetto e riconoscimento: valorizzare gli altri per il loro tempo, il loro impegno con noi.

Agitare la mano per salutare in video sostituisce anche i tradizionali segnali non verbali usati in una riunione quando le persone stanno per andarsene, come raccogliere fogli, prendere il telefono o interrompere il contatto visivo.

Perché sembra così strano salutare con le mani in video?

Il fatto che ci vediamo sullo schermo è un importante contributo alla sensazione di imbarazzo. Tante persone si fissano sulla propria immagine durante le riunioni video, meglio non guardarsi continuamente nello schermo, altrimenti si trascorre la maggior parte del tempo a valutarsi, inoltre le donne tendono a valutare se stesse in modo più critico.

Con l’uso delle videochiamate stiamo rafforzando i nostri messaggi con segnali più espliciti, come i gesti della mano, perché i segnali tradizionali della Comunicazione Non Verbale sono meno visibili o molto più difficili da leggere in un piccolo riquadro su uno schermo. I saluti con le mani tendono ad essere esagerati è perché vogliamo che siano ben visibili all’interno di quel piccolo quadrato sul monitor degli altri.

Inoltre la natura “quasi infantile” di un saluto esagerato con le mani potrebbe anche farci sentire un po’ ridicoli, lo colleghiamo ai segnali dei bambini. Anche il tempismo del saluto può contribuire alla sua goffaggine, di solito prima si saluta e poi occorrono alcuni secondi per trovare il pulsante di uscita.

Alcuni ricercatori ritengono che si eliminerebbero molti imbarazzi se i saluti con le mani fossero effettuati solo in riunioni con un numero limitato di partecipanti.

Questi vistosi saluti con le mani resteranno anche in futuro?

Alcuni esperti ipotizzano che il saluto a distanza agitando le mani potrebbe sostituire alcune interazioni di persona. Dopo l’epidemia di COVID-19 è possibile che ci sia una percentuale maggiore della popolazione che d’ora in poi preferirà non stringere le mani altrui.

Anche prima della pandemia, esisteva una parte di persone che non si stringevano la mano nelle riunioni di lavoro e avevano paura dei germi.

I saluti con le mani potrebbero arrivare addirittura a sostituire gli abbracci per alcune – speriamo poche – persone.

Tornare al lavoro di persona e abbandonare la tendenza alle riunioni a distanza sarà un lento adattamento per tutti. Potremmo vedere un sovraccarico di tutti i tipi di interazione sociale. Le cose che potremmo fare normalmente, come lasciare l’ufficio o una riunione, potrebbero diventare un po’ più esagerate.

Voi salutate vistosamente agitando le mani alla fine delle videoconferenze? Fatelo se vi sentite a vostro agio e se lo ritenete giusto. Questo gesto apparentemente esagerato, In qualche modo, è già diventato parte della cultura comunicativa virtuale e comincia a essere presente anche nelle interazioni di persona.

E voi che ne pensate?

Vuoi imparare a comunicare meglio via web e conoscere il Linguaggio del Corpo per facilitare la tua vita? Clicca qui per info e training o contattami direttamente a info@francescodifant.it.

Tratto da https://www.nbcnews.com/news/us-news/unable-resist-urge-wave-end-zoom-calls-you-re-not-n1267260

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.