Special One: il Linguaggio del Corpo di Josè Mourinho

Come scrisse il celebre scrittore Fernando Pessoa “il buon portoghese è varie persone”. Così è Josè Mourinho, nuovo allenatore della A.S. Roma: poliedrico, impossibile da illustrare in poche righe.

Mourinho è un personaggio vulcanico e complesso, come dimostrano i diversi libri e documentari che provano a descrivere lo “Special One”, che mostra la sua prorompente personalità in tutti gli ambiti in cui si esprime: motivatore, crisis manager, istrione davanti alle telecamere. Antipatico e presuntuoso in alcune occasioni, bello e dannato, sempre sicuro di sé, ha un suo stile, un suo registro comunicativo.

Mourinho è litigioso quando serve, a volte esagera negli atteggiamenti e nella sua gestualità. Sbeffeggia i giornalisti o fa scena muta, va contro le decisioni arbitrali. È un provocatore nato che rimane al centro della partita anche stando in panchina, come dimostra il contatto con i propri tifosi che incita di persona e l’ironia rivolta verso la curva avversaria.

Cosa comunica il Linguaggio del Corpo di Josè Mourinho? Cosa possiamo comprendere della sua personalità dall’analisi della sua Comunicazione Non Verbale?

1) LEADERSHIP E CONTROLLO

Il Linguaggio del Corpo di Mourinho presenta numerosi segnali legati all’autorità, alla leadership e al controllo. Il mento che sporge spesso in avanti, le labbra serrate, le sopracciglia abbassate e la testa immobile, i suoi occhi di ghiaccio e la bocca stretta in un sorrisetto.

Dimostra sicurezza anche con una postura molto aperta e stabile sia in piedi che da seduto, con una naturalezza che comunica superiorità e controllo della situazione, mentre il suo sguardo studia attentamente l’ambiente circostante.

Un altro sfoggio di autorità è l’invasione dello spazio personale altrui, magari toccando l’altro mentre parla con una mano sulla sua spalla o sulla testa. Tutti questi segnali mostrano la propria potenza all’avversario, non necessariamente in maniera autoritaria.

2) ENERGIA, PASSIONE EPARTECIPAZIONE

Josè Mourinho non è solo autorità e controllo, sa essere anche l’opposto: energia, passione e partecipazione.

La sua gestualità energica è intensa e diretta quando serve, a volte può risultare addirittura eccessiva: i gesti ampi delle mani, l’espressione di rabbia sul suo volto che veicola grande energia durante le frenetiche azioni delle partite.

Dimostra massima concentrazione e partecipazione con le pieghe verticali della fronte ben visibili, indicando che le energie psichiche e quelle fisiche sono focalizzate verso un obiettivo.

La sua passione e la gioia si manifestano in modo irrefrenabile quando assapora il gusto della vittoria, nei momenti di festeggiamento siamo abituati a vedere il suo corpo esplodere di energia.

3) SPONTANEITÀ, EMOZIONI E PROVOCAZIONE

Il suo stile comunicativo vive anche di spontaneità, provocazione e di momenti “fuori controllo”, sono famosi i suoi litigi con gli arbitri, il gesto provocatorio dei polsi ammanettati, la polemica espressa col “gesto del furto” eseguito con le dita aperte della mano che si chiudono in successione. Tutti gesti spontanei che lo hanno reso ancora più noto al grande pubblico.

L’episodio più divertente del suo animo istrionico è forse rappresentato dall’immagine di un suo valzer improvvisato a bordo campo con un giocatore avversario durante una partita.

Con la sua spontaneità “Mou” ci mostra altre emozioni in diverse occasioni, nello scudetto dell’Inter del 2010 lo abbiamo visto in campo commosso con gli occhi lucidi. In altri momenti non ha nascosto tristezza e delusione, con la testa bassa, le sopraccigli alzate e la bocca con gli angoli in basso.

Con il suo spirito polemico non mancavano le situazioni in cui palesava disprezzo nei confronti di altri con una smorfia del viso asimmetrica o con la bocca storta.

Autorevole, passionale, spontaneo, polemico, vincente, sono tanti gli aggettivi che potrebbero definire Josè Mourinho. Il nuovo tecnico della Roma è davvero un uomo dalle mille sfaccettature, odiato dai giornalisti e amato dai giocatori che allena, grande motivatore, un personaggio che porta ancora una volta la sua energia, il suo carattere esuberante e il suo entusiasmo nel nostro paese.

Francesco Di Fant
Esperto di Comunicazione, Linguaggio del Corpo, Public Speaking e Analisi della Menzogna

Vuoi conoscere meglio il Linguaggio del Corpo per migliorare le tue relazioni e facilitare la tua vita? Clicca qui per info e training o contattami direttamente a info@francescodifant.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.