L’origine dei gesti italiani

Nel mondo del Linguaggio del Corpo, le mani e i loro gesti occupano un posto di primo piano con la loro capacità di muoversi e gesticolare rinforzando la comunicazione verbale. Noi italiani siamo probabilmente il popolo che usa più gesti e nel resto del mondo siamo noti anche per questo. Da dove deriva questa “ricchezza” gestuale?

Perché noi italiani gesticoliamo quando parliamo? Perché proprio noi italiani e non, per esempio, gli scandinavi o gli inglesi?

Innanzitutto è un modo espressivo di usare il Linguaggio del Corpo, gesticoliamo per farci capire meglio, per enfatizzare i nostri discorsi ed esprimere i nostri sentimenti.

Siamo nati imparando a parlare anche con i gesti, lo abbiamo imparato automaticamente da piccoli, fin dalla nascita, guardando gli altri. Tutti gli esseri umani, italiani e non, usano il Linguaggio del Corpo per comunicare e gesticolano quando parlano, anzi, la maggior parte della comunicazione avviene proprio tramite la Comunicazione Non Verbale.

Noi italiani abbiamo una sorta di codice non scritto che ci accomuna, ogni gesto ha un suo significato particolare. Si stima, infatti, che in Italia usiamo circa 250 gesti, quindi, cosa ci differenzia storicamente dalle altre culture e nazioni?

Non c’è una risposta precisa, purtroppo, ma esistono alcune teorie:

1 – La prima teoria ci porta indietro nel tempo fino agli antichi greci, pionieri del linguaggio gestuale. Infatti, si suppone che furono proprio i greci che colonizzarono l’Italia meridionale a introdurre i gesti nel nostro linguaggio. Per questo nel sud Italia si gesticola molto di più che al nord.

2 – La seconda teoria ipotizza che gli italiani abbiano sviluppato una forma alternativa di comunicazione tra il XIV e il XIX secolo, quando vivevano sotto l’occupazione di altri popoli come spagnoli, austriaci e francesi.

3 – La terza teoria fa riferimento alla grande vastità di dialetti nella nostra penisola. Infatti, prima dell’unità linguistica, le comunità parlavano in dialetti diversi ed era difficile comunicare; per questo grazie ai gesti riuscivano a farsi comprendere più facilmente.

4 – La quarta teoria ipotizza che grazie alle famose “maschere” della Commedia dell’Arte, espressione teatrale nata in Italia nel XIV secolo che valorizzava la mimica e i gesti dell’arte comica, i gesti utilizzati sul palco siano poi stati integrati nel nostro parlato quotidiano.

Insomma, la nostra gestualità ha una storia sicuramente centenaria, qualcosa di unico che ci differenzia dalle altre culture e che ci rende riconoscibili in tutto il mondo!

Francesco Di Fant
Esperto di Comunicazione, Linguaggio del Corpo, Analisi della Menzogna e Public Speaking

Vuoi conoscere meglio il Linguaggio del Corpo e le emozioni per migliorare le tue relazioni e facilitare la tua vita? Clicca qui per info e training o contattami direttamente a info@francescodifant.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.