Quante emozioni ci sono? La ruota delle emozioni

Uno dei più grandi fraintendimenti sulle 7 espressioni facciali universali delle emozioni è che le persone pensano che ciò significhi che abbiamo solo sette emozioni. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità.

Sì, le espressioni facciali di rabbia, disprezzo, disgusto, paura, felicità, tristezza e sorpresa sono espresse e riconosciute universalmente. Ma gli esseri umani hanno anche molti altri tipi di emozioni. Queste includono orgoglio, vergogna, senso di colpa, imbarazzo, trionfo, preoccupazione, odio, amore, gelosia: l’elenco delle emozioni potrebbe continuare all’infinito.

Un dilemma sulle emozioni

Questo pone un dilemma. Da un lato, decenni di scienza hanno dimostrato che esiste una categoria speciale di emozioni nota come emozioni di base. Come abbiamo discusso in precedenza, diversi studiosi classificano diverse emozioni nella loro lista di ciò che è “di base”. Usiamo segnali universali non verbali sul viso come criterio per classificare le emozioni come fondamentali, motivo per cui crediamo che ci siano sette emozioni di base. Altri studiosi hanno altri approcci, le emozioni di base non sono necessariamente migliori; sono solo diverse.

D’altra parte, una rapida ricerca di parole emotive rivelerà che ci sono centinaia di parole legate alle emozioni, questo vale in tutte le altre lingue. Possiamo riferirci a tutte quelle liste di emozioni, sono tutte importanti per la nostra vita sociale quotidiana.

Come possiamo conciliare questo dilemma?

Le cose non sono così complicate come sembrano. La maggior parte delle teorie sulle emozioni di base suggerisce che le emozioni di base servono come elementi costitutivi elementari per tutte le altre emozioni che abbiamo nella vita. Ci sono differenze importanti tra queste teorie e hanno ricevuto molto supporto scientifico, tutte servono come piattaforma di base da cui emergono altre emozioni nella vita sociale quotidiana.

Il processo va in questo modo:

– Da neonati e bambini piccoli, tutti gli esseri umani vengono al mondo con i loro elementi costitutivi delle emozioni di base.

– Man mano che sviluppiamo le nostre capacità cognitive e ci impegniamo in una vita sociale con situazioni sociali complesse, molteplici attori e molteplici azioni, abbiamo reazioni emotive che sfruttano i mattoni di base con cui iniziamo.

– Poiché queste reazioni emotive si verificano in un contesto profondamente radicato, quelle reazioni emotive sono collegate a quel contesto, inclusi tutti i suoi significati linguistici e semantici.

Poiché gli esseri umani hanno la straordinaria capacità nota come linguaggio, siamo in grado di creare una parola per un’emozione – un’etichetta – per queste specifiche combinazioni di cognizione-contesto-emozione. Le parole, dopo tutto, sono simboli di cose che una cultura ritiene importanti per essa. Avere questi simboli (parole) rende la comunicazione su di essi molto più facile che senza di essi.

Il potere di una parola

Avere queste specifiche etichette di parole emotive è davvero conveniente e funzionale, perché una parola rende concreto un fenomeno in modo tale che tutti possiamo comunicarlo e parlarne con gli altri. In questo modo le parole, emotive migliorano notevolmente le nostre comunicazioni, migliorando il nostro senso di sé e la capacità di coordinarsi socialmente con gli altri. Nel tempo, creiamo molte parole emotive in una lingua, ma le emozioni reali che quelle parole simboleggiano sfruttano tutti gli stessi mattoni di base delle sette emozioni universali.

Una “ruota delle emozioni”?

Alcune persone hanno suggerito che questo processo implica una miscelazione delle emozioni di base per creare emozioni uniche, come mescolare i colori di base di rosso, giallo e blu su una ruota dei colori. Ma quello di cui stiamo parlando non è esattamente questo.

Ciò di cui stiamo parlando sono combinazioni uniche di cognizione-contesto-emozione, alcune delle quali possono comportare il “mescolamento” di più emozioni, ma altre no.

Quindi, anche se ci sono “solo” sette espressioni facciali universali di emozioni, queste non si riferiscono solo a sette emozioni. Si riferiscono a molti diversi stati emotivi, che utilizzano tutti lo stesso elemento base dell’emozione e sono segnalati dalla stessa espressione facciale.

Vuoi conoscere meglio il Linguaggio del Corpo e le emozioni per migliorare le tue relazioni e facilitare la tua vita? Clicca qui per info e training o contattami direttamente a info@francescodifant.it.

Tratto da https://www.humintell.com/2021/02/how-many-emotions-are-there/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.