Il legame tra emozioni animali e umane

L’annoso dibattito sull’esistenza di emozioni e sentimenti negli animali sta per essere ridisegnato da nuovi strumenti. Sebbene gli animali non siano in grado di dirci cosa provano, David Anderson, professore di biologia al Caltech, ritiene che esista un legame tra le emozioni animali e quelle umane.

La sua ricerca suggerisce che i circuiti cerebrali alla base delle emozioni umane hanno molto in comune con i circuiti trovati nei topi e persino nei moscerini della frutta.

Capire se gli animali non umani hanno emozioni – e come si formano in tal caso – potrebbe fornire nuove conoscenze sulla salute mentale degli esseri umani, compresa la comprensione di alcuni disturbi psichiatrici come il disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Anche se non si può chiedere agli animali cosa provano, i ricercatori che studiano le “emozioni” animali in realtà studiano gli analoghi umani delle emozioni.

Guardare oltre le emozioni

Le emozioni sono reazioni rapide a eventi che possono avere un impatto sulla nostra sopravvivenza. Sono reazioni inconsce, immediate, involontarie e automatiche a eventi che riteniamo importanti.

La maggior parte degli studiosi ritiene che le emozioni siano innescate dal modo in cui valutiamo gli eventi. Questi eventi comprendono non solo ciò che accade intorno a noi, ma anche i pensieri e i sentimenti nella nostra testa, perché questi pensieri e sentimenti possono a loro volta scatenare emozioni.

Sono gli stati cerebrali che producono determinati comportamenti. È questa la parte delle emozioni che gli scienziati possono studiare. Per esempio, i moscerini della frutta diventano molto più attivi quando vedono un’ombra in movimento come quella proiettata da un predatore volante.

Questo tipo di comportamento è tipico di uno stato cerebrale persistente chiamato eccitazione difensiva. È presente sia nei moscerini della frutta che nelle persone, ed è per questo che studiare la paura in un insetto o in un topo può rivelare molto sulle emozioni umane.

Rabbia e aggressività

Un emozione umano che probabilmente affonda le sue radici nelle emozioni animali è la rabbia. Non c’è modo di sapere se gli animali provino sentimenti di rabbia, ma il tipo di comportamento aggressivo associato alla rabbia umana è presente in pesci, rettili, uccelli e mammiferi.

Riguardo le aree cerebrali coinvolte nell’aggressività, un’area del cervello sembra essere fondamentale. Negli umani questa regione si trova vicino alla parte inferiore dell’ipotalamo, appena sopra la ghiandola pituitaria. Gli studi dimostrano che nei topi e in altri animali questo gruppo di cellule cerebrali fa parte di un circuito centrale di aggressività.

Negli esseri umani, la rabbia è probabilmente l’emozione più comune che ci porta a provare sentimenti di rimpianto in seguito. La rabbia non è necessariamente un’emozione “cattiva”; arrabbiarsi può portare a qualcosa di buono nella nostra vita e nella società. La rabbia e tutte le altre emozioni di base esistono per un motivo. Nella nostra storia evolutiva, essere arrabbiati (e disgustati, spaventati, tristi, ecc.) era funzionale per noi.

Trauma, paura e PTSD

Le emozioni degli animali aiutano gli scienziati a comprendere alcuni disturbi psichiatrici, tra cui il disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Per una persona affetta da PTSD, anche un evento minore può produrre una risposta di stress e paura che dura per ore. Esiste un parallelo negli animali.

Un topo tipico si blocca quando sente un segnale acustico associato a una lieve scossa elettrica. Ma se le scosse cessano di arrivare, l’animale impara presto a ignorare il tono. Sia nelle persone che nei topi, il trauma sembra alterare un circuito cerebrale che coinvolge l’amigdala e la corteccia prefrontale, nei roditori è possibile regolare questo circuito.

Ora comprendiamo parti specifiche del circuito che aumentano la paura e altre parti del circuito che la diminuiscono, o almeno la versione animale di questa emozione. Il prossimo passo è capire come modificare il circuito per ridurre la risposta alla paura nelle persone con PTSD.

Vuoi conoscere meglio il Linguaggio del Corpo e le emozioni per migliorare le tue relazioni e facilitare la tua vita? Clicca qui per info e training o contattami direttamente a info@francescodifant.it.

Tratto da https://www.humintell.com/2022/04/the-connection-between-animal-and-human-emotions/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.